Molti sottovalutano l’importanza di scegliere la giusta recinzione per la propria casa, ma con la stessa cura con la quale sceglieremmo un lampadario di design, così è necessario fare per la cinta di casa: dedicare del tempo a chiarirsi le idee in proposito non è solo proficuo, sia in termini di manutenzione che di bellezza estetica, ma anche consigliato, soprattutto per non avere rimpianti in futuro.

Oggi abbiamo una vastissima scelta di recinzioni per la nostra abitazione: in legno, vetro, acciaio inox, lamiera tagliata a laser, ferro battuto ed altro ancora.
Non tutte le recinzioni però fanno al caso nostro. La scelta di quella giusta dipende da alcuni fattori:

  • tipologia della casa: moderna, classica, villetta a schiera, casa di campagna, casa di montagna;
  • esigenze decorative o di privacy;
  • esigenze particolari di aggancio sul muretto.

Quale recinzione scegliere?

Le recinzioni in vetro ed acciaio sono particolarmente utilizzate in località turistiche di lago o di mare. Sono le recinzioni più amate per le case moderne: sono molto delicate e hanno bisogno di una pulizia costante.

Le recinzioni in acciaio inox sono molto moderne: diffusesi negli ultimi anni, hanno una lunga durata nel tempo ma necessitano di pulizia costante per mantenere l’acciaio lucente. Inoltre hanno un costo molto elevato.

Le recinzioni in ferro o ferro battuto sono le più utilizzate in quanto si adattano bene a qualsiasi tipo di abitazione. Ce ne sono di vari modelli: dalle semplici, che vengono utilizzate per case moderne e case a schiera, e che hanno un costo molto basso, a quelle con riccioli ed ornamenti, utilizzate per lo più in ville, case classiche, case di montagna e case di campagna. Le recinzioni in ferro battuto sono davvero belle, hanno però un costo piuttosto elevato.

Le recinzioni in legno sono utilizzate maggiormente per le case di montagna: ciò è dovuto soprattutto al fattore paesaggistico, anche se negli ultimi anni le cose sono un po’ cambiate. Le recinzioni in legno infatti vengono ormai spesso e volentieri sostituite da recinzioni in lamiera, le quali per ovvi motivi si mantengono meglio nel tempo ed hanno quindi bisogno di minor manutenzione.

Le recinzioni in lamiera sono molto moderne ed hanno svariati pregi: estetica, privacy, personalizzazione ed estrema facilità nel montaggio.
I pannelli di lamiera per recinzione stanno di fatto surclassando tutte le altre tipologie di recinzione: vengono utilizzate come divisorie tra vicini di casa ed anche, all’interno dello stesso lotto, per recintare le piscine; addirittura vengono utilizzate in sostituzione delle siepi, che hanno bisogno di molta manutenzione tra potatura, irrigazione, raccolta delle foglie, ecc.), oppure al posto dei teli oscuranti, che spesso con il vento si rompono e volano via, creando litigi tra vicini.
Le recinzioni in lamiera hanno un costo moderato e vantano inoltre una particolarità. Grazie al taglio laser possono essere totalmente personalizzate ed per questo che vengono sempre più spesse preferite a quelle in legno: sui pannelli in lamiera possono essere ricreati disegni di ogni genere e quindi anche le vecchie staccionate in legno, delle quali si può mantenere sia lo stile che il disegno, eludendo di fatto il limite paesaggistico.

Recinzioni: tipologie di installazione ed importanza del muretto

Prima di poter scegliere in via definitiva la recinzione che fa effettivamente al caso nostro dobbiamo accertarci dello stato del muretto dove andrà installata la cinta.

Tutte le tipologie di recinzione sopra elencate possono infatti essere installate in 2 modi:

  1. Con paletti avvitati sul muretto;
  2. Con paletti cementati dentro il muretto.

È fondamentale verificare che il nostro muro sia diritto e non presenti avvallamenti accentuati. Nel caso in cui il nostro muretto sia diritto non ci sono problemi: si può installare la nostra recinzione avvitandola direttamente sopra di esso.
Se invece il muretto non è perfettamente diritto bisognerà avvalersi di un muratore che provvederà ad installare la nostra recinzione annegando il piantino nel getto.

Altra cosa molto importante e troppo spesso trascurata è la verifica del materiale di costruzione del muretto, perché ne esistono davvero tanti. Si tratta di un muretto in tufo, cemento armato, mattoni, prismi di cemento, pietra, pietra viva?
Prendiamo ad esempio il muretto in tufo: su di esso è molto difficile installare una recinzione perché il materiale di cui e composto è friabile. Se quindi abbiamo scelto una recinzione il lamiera (che oppone molta resistenza al vento), è bene che scegliamo un disegno a taglio laser che lasci passare il più possibile l’aria, onde evitare la caduta della recinzione.

É possibile risparmiare nell’acquisto della recinzione?

Certamente! Anche per le recinzioni di casa è possibile risparmiare, acquistandole direttamente online, come si farebbe con un paio di scarpe! Sono diverse ormai le aziende che producono recinzioni e vendono anche online: questa azienda che produce recinzioni in ferro oltretutto è anche estremamente disponibile al dialogo ed a loro possiamo anche chiedere un consiglio su quale sia la recinzione giusta da mettere. Per ottenere un consiglio davvero adatto a noi però dobbiamo essere precisi nel raccogliere tutte le informazioni che ci verranno richieste.
Vediamole in elenco:

  • lunghezza di tutto il muretto su cui andrà installata la recinzione;
  • altezza desiderata
  • sul muro è presente la copertina? il muretto presenta salti, angoli, pendenze? ed altri dettagli rilevanti, che consentano al produttore di consigliare una recinzione su misura.

Una volta che l’abbiamo ricevuta a casa, possiamo darci al fai da te (il montaggio della recinzione in ferro è davvero semplice!) oppure decidere se avvalerci dell’aiuto di un muratore. Buon lavoro!