La camera da letto: una stanza da non trascurare

Anche se il tempo trascorso in camera da letto è per lo più dedicato al sonno, è necessario che la stanza sia accogliente ed ospitale, per favorire il riposo e comunque il relax di fine giornata. Tra tutti i locali della casa, la camera da letto è forse quello che dovrebbe rispondere di più all’indole degli abitanti. Per questo motivo, al momento in cui si decide di creare o rinnovare la propria camera, è indispensabile fare attenzione a tutti i dettagli, per assicurarsi che siano quelli giusti.
A tale esigenza di comfort si collega però, in modo inevitabile, quella di contenere le spese entro il budget disponibile. Anche se può sembrare un’impresa irrealizzabile, non è così. Vedremo insieme che esiste il modo per creare la camera dei propri sogni senza spendere cifre troppo elevate.

Il colore di fondo

La scelta del colore che si vuol dare alla stanza è decisivo perché ad esso, poi, deve essere fatto corrispondere quello dei mobili e delle tappezzerie in modo da non creare distonalità. Il consiglio è quello di scegliere in base ai propri gusti personali un colore rilassante, che non stanchi la vista. Sono molto indicate le tonalità pastello calde (giallo, arancione, verde acqua) ma anche quelle fredde del celeste o dell’azzurro. Il colore non comporterà spese accessorie e, se ve ne è la possibilità, si può pitturare la camera da soli, per iniziare a creare un rapporto con essa. Il risparmio sarà assicurato e, contemporaneamente, ciò farà sentire il proprietario davvero parte della camera, sin da subito.

Una camera minimalista, o comunque leggera

L’aspetto della camera da letto può essere migliorato senza spendere cifre rilevanti nel mobilio. Il consiglio è quello di scegliere pochi mobili per non appesantire troppo la stanza e renderla invece agevole da pulire e piacevole da abitare. I componenti necessari sono il letto, un armadio (se vi è lo spazio disponibile per ospitarlo) e due comodini, o tavolinetti per appoggiare gli oggetti della notte. Tutto il resto è un di più. È possibile aggiungere altri elementi come un cassettone, poltroncine od altro ma è importante valutare quanto essi sarebbero utili e quanto, invece, creerebbero soltanto problemi di spazio. In realtà, sempre più spesso le ditte produttrici di armadi inseriscono il cassettone, o comò, all’interno dell’armadio stesso, proprio per consentire di guadagnare spazio esterno. E’ questa una soluzione favorevole sia in senso estetico che economico.
Nel’ottica del contenimento del budget, ma anche della tutela dell’igiene, si consiglia di evitare anche di mettere tappeti in camera. Oltre a rappresentare un costo eccessivo, essi sono portatori di polvere ed acari ed hanno bisogno, per rimanere belli, di una manutenzione che non sempre è possibile assicurare. Acquistare pochi elementi per la camera, infatti, può unire al risparmio la certezza di non sovraccaricare.

L’importanza dei tessili

Nell’ottica del risparmio e della creazione di una camera da letto accogliente, la chiave di volta possono essere i tessili. Essi, infatti, consentono di personalizzare ogni singolo oggetto della camera senza spendere cifre importanti. La biancheria del letto può essere pensata in tono con le tende, sia lavorando sulle sfumature che creando contrasti ad hoc. Con pochi pezzi, quali un copri piumone ed una tenda, possiamo dare un tocco davvero personale alla stanza.
L’uso dei tessili quali punti di forza dell’aspetto della camera, inoltre, consente di rinnovarla nel tempo senza spendere troppo. Basterà infatti, al momento di imbiancare di nuovo le pareti, cambiare colore ed abbinarvi nuovi tessili per avere, di fatto, una stanza nuova.
Esistono molte possibilità per acquistare tessili, anche di buona qualità, a prezzi contenuti. Le grandi catene dell’abbigliamento offrono molte possibilità, così come i negozi on line.

La scelta del materasso

La scelta del materasso è forse l’eemento più importante di tutto l’allestimento della camera da letto. Il materasso, infatti, accoglie il relax ed il sonno ed è necessario che risponda ai criteri di comodità e tutela posturale per non creare problemi di sonno o, peggio, articolari.

Un buon materasso induce certamente un sonno più lungo e ininterrotto, che permetta il raggiungimento della fase REM e quindi il riposo reale. Dormire bene significa essere più produttivi e dinamici durante il sonno ma anche avere relazioni più serene e non viziate da stanchezza e stress.
Il materasso, però, è garanzia anche di salute alla schiena e per questo non si deve risparmiare troppo su questo elemento.

Esistono in commercio tanti tipi di materasso, dai più tradizionali a molle a quelli in lattice, dal gel al memory foam (leggi il nostro approfondimento) ad altre tipologie. -non è importante ricercare un marchio troppo pubblicizzato ma verifichiamo personalmente la qualità di ciò che vogliamo acquistare. Controlliamo poi su Internet le opinioni della clientela che lo ha già acquistato e quindi procediamo ad una scelta ragionata e condivisa da altri. La rete ci offre in questo senso la possibilità di informarci prima dell’acquisto e ci risparmia la frustrazione di aver acquistato un oggetto scadente. Anche per il materasso, però limitiamoci a ciò che è davvero utile per le esigenze personali senza cercare oggetti troppo caricati dalla pubblicità.

Il tocco finale

Sempre nell’ottica del risparmio e della creazione di un ambiente accogliente, la camera da letto non deve essere appesantita da quadri, soprammobili, vasi, etc. Si deve ricordare che la camera serve al sonno e quindi deve essere leggera. Se vogliamo imparare sa culture antiche, pensiamo alle camere giapponesi: un tatami (un letto praticamente a terra), un armadio e un materasso ripieghevole al mattino, che durante il giorno sparisce. Forse questa è una soluzione estrema ma il tenerla presente può aiutare a tenere sotto controllo le reali esigenze. E il portafoglio ne sarà certamente grato.