Trolley da cabina: 3 fattori importanti per l’acquisto

Quante volte ti sei ritrovato a dover scegliere il trolley perfetto prima di partire per un viaggio aereo?

Per scegliere il trolley da cabina devi assolutamente evitare rischi di una scelta sbagliata.

Innanzitutto bisogna prestare attenzione alle dimensioni, al peso e alla robustezza.

Se le dimensioni del trolley sono sbagliate, ed eccedono da quelle massime della compagnia aerea, ti tocca infilarlo in stiva e pagare la penale.

Se il peso è eccessivo sarai costretto a metterci dentro pochi effetti personali per evitare il sovrapprezzo.

Occhio anche alla robustezza, trolley leggeri hanno il rischio di non proteggere adeguatamente il contenuto, trolley rigidi invece possono non adattarsi alle dimensioni della cappelliera.

Ma quindi, come scegliere il trolley da cabina perfetto per il tuo viaggio?

Bisogna precisare che non esiste il trolley definitivo, ma esiste il trolley che si adatta al nostro viaggio ed al nostro modo d viaggiare.

Di seguito analizziamo 3 caratteristiche principali, valuteremo i pro e i contro per aiutarti a scegliere il trolley per il tuo viaggio in aereo

Trolley da cabina: leggero? Si grazie

Nella scelta del trolley per la cabina il primo elemento da considerare è il peso.

Un trolley leggero ci permette di “abbondare” con effetti personali pesanti, ma ci facilita anche nelle operazioni sollevamento e durante i trasferimenti da e per l’aeroporto.

Quanto dovrebbe pesare un trolley per il mio viaggio aereo?

La risposta è decisamente scontata: il meno possibile.

Il materiale di costruzione ed il telaio qui giocano il fattore determinante.

I trolley leggeri solitamente sono costruiti in nylon, poliestere o polipropilene (pesano da circa 2kg a 2,5kg) I trolley più pesanti, ad esempio quelli in policarbonato o alluminio possono arrivare a pesare anche 3,9 kg.

Se il contenuto da trasportare nel bagaglio a mano non è fragile, la scelta cade facilmente su un trolley leggero in poliestere, Nylon o polipropilene

Ma se il contenuto è fragile, e necessita di una adeguata protezione dagli urti accidentali, allora la scelta non può che essere tra polipropilene, policarbonato o meglio ancora l’alluminio.

Trolley da cabina: spazioso è meglio

Le dimensioni contano: quelle esterne per la compagnia aerea (come ti dicevo prima, se non ci sta nella cappelliera, va a finire nella stiva).

Per un trolley da cabina quindi contano 2 tipi di dimensioni, quelle esterne per la compagnia aerea che ci imbarca, e quelle interne per i nostri effetti personali.

Un trolley spazioso quindi deve essere generoso all’interno con vani, cerniere e lacci per riporre gli oggetti più piccoli e fissare quelli più grandi.

L’organizzazione degli spazi all’interno del trolley è determinante anche per il tipo di viaggio.

Un trolley per le vacanze da usare un paio di volte l’anno può essere semplice, con una tasca esterna per i documenti, i lacci per fissare vestiti e libri e una tasca per gli oggetti più piccoli.

Il trolley da lavoro invece richiede spazi organizzati in modo meticoloso. Chi viaggia per affari spesso viaggia solo con il bagaglio a mano. e quindi l’organizzazione degli effetti personali è fondamentale per avere tutto a portata di mano nel momento del bisogno.

Prendi ad esempio alcuni Trolley da cabina della Roncato, questi hanno numerose tasche che permettono di organizzare gli spazi in modo efficiente: pratiche tasche per i vestiti ma anche vani dedicati a proteggere pc e tablet. Tutti con le pratiche ruote per il trasporto ed alcuni con gli spallacci per essere indossati come uno zaino.

Trolley da cabina: morbido o rigido?

Il controllo del trolley bagaglio a mano dovremmo averlo sempre noi, ma non si sa mai.

Al check-in, durante le trasferte o mentre lo si ripone sulla cappelliera potrebbe accadere qualunque cosa.

Basta una spinta infatti per far cadere la nostra valigia.

Quindi meglio scegliere un trolley morbido o rigido? Vediamo i pro e i contro

I vantaggi del trolley morbido: innanzitutto è leggero, e a volte lo si riesce a “schiacciare” dentro alla cappelliera, può avere una pratica tasca esterna con cerniera per avere a portata di mano i documenti necessari durante le fasi di imbarco.

Gli svantaggi del trolley morbido: non protegge adeguatamente il contenuto dagli urti, ma se trasportiamo solamente vestiti e libri, poco importa.

I vantaggi del trolley rigido: La leggerezza dipende dal materiale di cui è costruito, sicuramente proteggono il contenuto molto meglio di quelli in tessuto.

Gli svantaggi del trolley rigido: è leggermente più pesante di un trolley in tessuto, spesso non ha una tasca esterna per riporre i documenti per il volo, se “eccediamo” con gli effetti personali c’è il rischio che non si chiuda.

Trolley da Cabina: Roncato ci dà dei consigli

Dando uno sguardo ai trolley Roncato ci accorgiamo inoltre che i più apprezzati dagli utenti hanno caratteristiche a volte irrinunciabili:

  • le 4 ruote per poter spingere il trolley (oltre che tirarlo)
  • Il manico telescopico, per trasportarlo facilmente da un gate all’altro
  • La tasca esterna per riporre i documenti
  • La chiusura a cerniera con lucchetto
  • Gli spazi interni organizzati con tasche ben separate
  • Gli spallacci per poter trasportare il trolley come uno zaino

Dopo aver letto questo articolo dovresti aver capito che la scelta del trolley dipende molto dal tuo stile di viaggiare, dalla tipologia di viaggio che dovrai affrontare e da cosa dovrai trasportare, ma prima di tutto assicurati che le dimensioni del trolley rispettino i limiti imposti dalla compagnia aerea.