Acquistare un costume da bagno può sembrare semplice e veloce, ma in realtà non sempre lo è. Molti si fermano al primo che gli piace, senza pensare al resto, ma in realtà per scegliere un costume da bagno occorre valutare diversi fattori, o per meglio dire, ci sono degli step che puoi seguire per avere un’idea più precisa di cosa acquistare e dove.

Step 1: che tipo di fisico hai?

Il costume da bagno è uno degli indumenti, se non quello per eccellenza, che più di ogni altro accentua pregi e difetti del tuo corpo, perciò nella scelta devi prima di tutto essere consapevole di quale modello potrebbe fare maggiormente al caso tuo. Dunque il primo step è scoprire che tipo di fisico hai, se non lo sai già. Questo vale sia per le donne che per gli uomini, s’intende.

Per scoprire che tipo di fisico hai non devi far altro che misurare i tuoi fianchi nel punto più largo, la tua vita nel punto più stretto, e infine il busto nel punto più largo. La taglia dei vestiti, se ha mai fatto shopping online te ne sarai accorta, dipende da queste misure, e di conseguenza vale lo stesso per i costumi da bagno.

Tipi di fisico: donne

  • A pera. In questo caso i fianchi sono più larghi rispetto a seno e vita.
  • A mela. Qui la vita è più ampia rispetto ai fianchi e al seno.
  • A clessidra. Busto e fianchi sono più o meno larghi uguale, ma la vita è più stretta.
  • Dritto. Questo tipo di fisico è detto anche a forma di righello o di banana. È la forma fisica delle donne magre per eccellenza, quella in cui non c’è una differenza tra fianchi, seno e vita.

Tipo di fisico: uomini

  • Trapezio. Questo tipo di fisico è detto anche mattone. In questo caso la parte superiore del fisico, dalle spalle fino al bacino, è più ampia.
  • Triangolo. In questo caso la parte centrale del fisico è quella più ampia.
  • Rettangolo. Il fisico a rettangolo è quello longilineo e ben squadrato, tipico degli uomini alti.
  • Triangolo invertito. Questo tipo di fisico vede spalle larghe e muscolose ma bacino stretto.
  • Cetriolo. Fisico asciutto e tonico, ben proporzionato.
  • Pomodoro. Questo tipo di fisico prevede un corpo più paffuto, quello per cui il grasso è sparso in modo omogeneo.
  • Pupazzo di neve. Qui il focus è sulla pancia.

Step 2: il negozio giusto

Di questi tempi viene certamente più facile semplicemente acquistare online, ma si tratta di un pezzo di abbigliamento che devi necessariamente provare prima di comprare. È anche più tassativo degli indumenti normali. Tuttavia, esistono negozi diversi in cui puoi comprare il tuo costume da bagno, quale scegli dipende dalle tue esigenze.

Ci sono negozi sportivi come Decathlon, oppure punti di vendita più concentrati sul fashion, il cui scopo è vendere costumi all’ultima moda cosi come anche siti online dove dando le proprie misure è possibile farsi realizzare un costume da bagno su misura e personalizzato  secondo le proprie esigenze.

Step 3: il colore giusto

Si sa che tante volte anche il colore fa tanto quando si tratta di abbigliamento, e il costume da bagno non è da meno. Un colore scelto male può enfatizzare difetti o nascondere pregi che al contrario il colore giusto potrebbe aver sistemato o perfezionato. Questo vale sia per le donne che per gli uomini.

Vediamo alcuni esempi.

  • I colori vivaci sono utili per enfatizzare caratteristiche del tuo fisico che vuoi mettere in mostra.
  • Le tinte unite vanno bene per nascondere eventuali difetti.
  • Per una pelle molto chiara, ideali sono colori più scuri, come navy blue e nero.
  • Per una pelle più scura, i colori vivaci sono da preferirsi, specie per valorizzare punti ben precisi del fisico.
  • Un tessuto come il ruche può nascondere o aumentare il volume a seconda della posizione.

Nel caso di bikini, non è detto che entrambi i pezzi debbano essere dello stesso colore, anzi, mischiarli può dare un effetto anche migliore.

Step 4: il modello

Dopo il colore, devi naturalmente pensare anche alle forme. Conoscendo il tuo tipo di fisico non dovrai far altro che provare quelle che preferisci, per avere un’idea di cosa stia meglio. Ecco però qualche consiglio in più.

Donne

  • Se pensi che il tuo punto debole sia proprio il punto vita, scegli un costume intero. Non temere il ‘vecchio stile’: un costume a bagno intero anni ’40 potrebbe fare al caso tuo, specie se ha qualche increspatura.
  • All’opposto, se vuoi evidenziare il punto vita, il tankini è il modello di costume da bagno che fa per te.
  • Se vuoi far sembrare le tue gambe più lunghe, ti conviene scegliere un pezzo inferiore del bikini a vita alta.
  • Il pezzo superiore del bikini è molto importante se intendi attirare l’attenzione sul seno: il modello a triangolo o comunque quello che si attacchi dietro è l’ideale, quello più classico porta invece l’attenzione sulle spalle.
  • Nel caso di seno meno prosperoso, puoi optare per un pezzo superiore con sostegno interno, in modo da avere maggiore supporto.

Uomini

Qui la questione è diversa: fondamentalmente le categorie di modelli sono due, costumi da bagno elasticizzati e non elasticizzati.

I primi comprendono i briefs/slip, cioè quelli più usati, e gli shorts, quelli che invece coprono di più le cosce, dunque non ideali se intendi abbronzarti per bene; i secondi includono i boxer e i bermuda. I modelli elasticizzati sono ottimi per i fisici alti e asciutti o robusti, i modelli non elasticizzati vanno bene per chi è più basso e magari ha un fisico meno asciutto.

Step 5: per cosa userai il costume da bagno?

È chiaro che bikini per le donne, slip per gli uomini vanno bene se il movimento non è troppo, ma se pensi di nuotare molto, sarebbe meglio un costume da bagno che copra meglio.

In conclusione, per scegliere un costume a bagno dovrai fare molto di più che semplicemente prenderne uno alla cieca, se davvero vuoi che ti valorizzi e che non risulti scomodo.