Quale sarà il lavoro del futuro, su cosa conviene investire e quali scuole dovrei far frequentare a mio figlio per essere sicuro di offrire alla mia famiglia un avvenire con pochi rischi? Chiunque di noi si sarà fatta questa domanda che impensierisce un po’ tutti. Se la maggior parte di noi adulti è costretto a incrociare le dita auspicando di tenere botta e conservare più a lungo possibile il proprio posto di lavoro, non sarà così nei prossimi anni per le future generazioni che saranno chiamate anche a scegliere bene le Università. Vediamo, pertanto, come scegliere il lavoro del futuro e quali sono le attività che maggiormente si svilupperanno.

Il business delle Vending Machines: cresce il fatturato della vendita automatica

Il business delle Vending Machines ha conosciuto un vero e proprio “boom” in Europa e soprattutto in Italia come dimostra il fatturato in costante crescita delle aziende di vendita automatica. I motivi di questo successo sono da ricercare soprattutto nell’introduzione di funzioni e servizi sempre più interattivi che mettono il cliente al centro del processo di vendita. L’Italia rappresenta uno dei primi paesi europei per numero di distributori automatici, seguita dalla Francia e dalla Germania. Non è certo un caso poiché l’Italia, forte della produzione e della tecnologia “made in Italy”, è anche uno dei principali costruttori e venditori di distributori automatici. Le aziende produttrici di vending machines assicurano addirittura il 70% delle esportazioni, rappresentando un importante traino per tutta l’industria italiana. L’export principale è indirizzato verso i paesi europei, ma è in costante crescita quello verso i paesi asiatici ed in modo particolare la Cina e la Corea del Sud.

Le Vending Machines sono diffuse prevalentemente nell’industria (35%) seguita dagli uffici privati (15%), dalle scuole e dalle università (13%), dal commercio (13%), dagli ospedali (11%), dagli uffici pubblici (6%), dai luoghi di transito (4%) e dai luoghi di svago (3%). Questo business è sempre più diffuso ed infatti stanno aumentando gli appuntamenti e le fiere dove fabbricanti di vending machine, produttori di beni destinati al consumo ed imprese di gestione possono incontrarsi, interfacciarsi, parlarsi e stringere accordi commerciali.

La rivoluzione nel mondo delle Vending Machines è iniziata con l’introduzione dell’Internet of Things che ha reso il consumatore sempre più coinvolto ed attivo nella scelta decisionale durante il processo di acquisto. I clienti possono scegliere i prodotti desiderati direttamente dallo smartphone e poi eventualmente pagarli tramite app o servizi senza necessariamente avere il portafogli. I distributori sono touch screen e connessi a Internet, quindi i consumatori possono interagire ed eventualmente navigare su Internet per una comunicazione più rapida ed efficace. Da non sottovalutare l’ecocostenibilità del distributori automatici 4.0, realizzati secondo criteri “green” e a risparmio energetico per ridurre il consumo di energia ed abbassare i costi. L’intera filiera produttiva si muove in una logica “eco-friendly” con furgoni a basse emissioni e prodotti biologici a chilometri zero.

Secondo gli ultimi dati il prodotto maggiormente apprezzato è il caffè suddiviso in macchine a cialde e capsule. La crescita del mercato si deve anche al consumo di bevande fredde ed in modo particolare dell’acqua. Cresce anche il consumo degli snack grazie soprattutto al cioccolato ed ai biscotti che rappresentano i prodotti più gettonati del settore.

Il futuro sarà sempre più digital (marketing)

Un tempo c’erano solo le agenzie pubblicitarie. Poi le abbiamo chiamate agenzie di comunicazione. Oggi si chiamano Digital Marketing. Cambia il nome, cambiano le applicazioni e i mezzi, ma di fondo non cambia la sostanza: ogni azienda, per sopravvivere, deve comunicare bene e meglio dei propri concorrenti. Anche quando il mondo sarà completamente digitalizzato e faremo acquisti in modo sempre più rapido e coinvolgente, ci sarà sempre bisogno di mostrare prodotti e servizi ai potenziali clienti in modo efficace e performante. Chiaramente all’interno dell’universo digitale, ci sono risorse che potranno alternarsi o sostituirsi: pensiamo, ad esempio, ai grafici: come saranno i grafici del futuro? Su quali piattaforme tecniche lavoreranno? Questo non è dato saperlo, ma se state studiando per diventare bravi designer, siate pronti a tenervi aggiornati sulle novità e sulle applicazioni che il mercato richiede.

I digital architect per realtà aumentata e stampa 3d

Case, automobili e pezzi di ricambio stampati in 3D. Di sicuro avremo bisogno sempre più di «digital architect» e sempre meno di manovali. Nell’ambito della realtà aumentata il futuro ingegnere disegnerà edifici ma anche protesi, oggetti di uso quotidiano e perfino capi d’abbigliamento e gioielli.

Assistenza agli anziani (organizzazione)

Ci saranno gli umanoidi/robot a farci compagnia, ma ci dovrà pur essere qualcuno ad organizzare le visite, gli orari e i servizi annessi. Le agenzie che si occuperanno della somministrazione dei servizi per gli anziani saranno, senza ombra di dubbio, le aziende che più di altre, consumeranno la futura pensione dei futuri vecchietti.