La scelta dell’abito da sposo spesso passa in secondo piano, rispetto a quello della sposa. Ma in realtà gioca la sua importanza. Oggi vi spiegheremo meglio quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere.
Il nostro consiglio è che l’abito sia sartoriale, e che quindi non abbia difetti una volta indossato dallo sposo. Deve rispettarne la personalità, e farlo apparire più bello e più elegante, tirando fuori il meglio dalla proprio immagine.

Ma ovviamente questa non è la sola regola da tenere a mente, quando si sceglie il vestito per il proprio matrimonio.

I modelli

Gli abiti da sposo uomo possono essere di vari modelli. Cercate di evitare lo smoking, che è un abito da sera, e preferite invece altri modelli, come un abito a due o tre pezzi. Infatti, la prima scelta da compiere è proprio questa. L’abito da sposo a tre pezzi prevede anche il gilet, mentre quello a due no. Il gilet, per quanto possa sembrarvi eccessivo, è invece un pezzo davvero elegante, soprattutto quando ci si sbottona la giacca.
Un abito a due o tre pezzi vi permetterà di utilizzarlo in diverse occasioni. Dovrà essere classico, con due bottoni. Poi potrete decidere di personalizzarlo con gli accessori, come la pochette, il fiore all’occhiello o i gemelli.

Ma andiamo a vedere meglio quali sono i modelli più utilizzati.

Il vestito a redingote

E’ quell’abito con giacca lunga fino a metà coscia. Solitamente è l’abito preferito da chi ha scelto una cerimonia lussuosa e sofisticata. Questo abito può essere accompagnato anche da un cappello a cilindro, che rende la mise ancora più ricercata. La camicia sarà invece bianca, con cravatta o, più spesso, cravattone.

Il tight

Anche il tight è un modello molto elegante e utilizzato. È composto da giacca, pantalone con bordature in seta e gilet bianco o grigio, a seconda del colore dell’abito. Al collo si indossa il tradizionale cravattone di seta. La camicia invece sarà bianca con bottoni nascosti. Per chi lo desidera, a questo abito si possono abbinare guanti bianchi, cilindro o bastone. È da evitare invece il tight se la sposa ha scelto di indossare l’abito corto.

Infine, ultimo dettaglio: se lo sposo sceglie di indossare il tight, anche testimoni, padre e fratello dello sposo dovranno indossarlo.

Il colore

L’abito da matrimonio per Lui dovrebbe essere scuro e mai chiaro. L’unica eccezione a questa regola è che vi sposiate su un’isola caraibica, o in spiaggia, dove è preferibile utilizzare il lino e tonalità più estive.

Il tessuto migliore è la lana, da evitare invece l’effetto lucido. Alcuni abiti possono essere spezzati, ovvero con giacca di un colore e pantalone di un altro. Uno dei più comuni vede la giacca grigia abbinata al pantalone nero o gessato nero. Se invece si indossa una giacca nera, saranno i pantaloni a essere grigi o gessati.

Gli accessori

La pochette sarà di seta bianca, così come la camicia. Oppure potete scegliere di indossare un fiore all’occhiello, coordinato con quello del bouquet della sposa.

E voi, avete già scelto il vostro abito da sposo?